Software

Come leggere gli hard disk con file system Linux e Mac da Windows

 

Come leggere gli hard disk con file system Linux e Mac da Windows

Il File System è una struttura logica che un sistema operativo segue per gestire ed organizzare i dati presenti in un disco rigido. Il file system è strettamente legato al sistema operativo che utilizziamo: infatti ogni OS utilizza un file system…

Windows utilizza file system come fat, fat32, ntsf  exfat, ma di default non riconosce unita’ formattate per Linux ( etx2, ext3, ext4) e nemmeno quelle di Mac OS ( hfs+).

esistono diverse utility per fare in modo che windows possa riconoscere ( di norma in sola lettura ) anche questi tipi di file system diversi una di queste e’ :

Linux Reader : http://www.diskinternals.com/download/Linux_Reader.exe – http://www.diskinternals.com/linux-reader/

L’utility una volta installata e’ semplice da utilizzare visualizza in finestra windows ( tipo esplora risorse) anche le unita’ formattate in modo diverso ma in sola lettura, tuttavia e’ possibile con click tasto destro del mouse sulla unita’ eseguire una serie di operazioni tra le quali esportazione di file o cartelle intere per il salvataggio e successivo utilizzo  in windows.

Se si ha solo windows puo’ essere utile per effettuare backup da dischi di pc linux o mac con problemi, collegando i dischi mediante appositi case usb o dock station.

All’avvio scansiona l’hardware e rileva le unita’ comprese quelle con formattazioni particolari.

Selezionando l’unita’ desiderata mostra file e cartelle in essa contenute e permette anche il salvataggio di cartelle o file da quelle unita’ in windows.

Se conoscete altre utility similari o piu’ potenti ogni segnalazione e’ fortemente gradita.

Roberto Lissandrin

Per approfondimenti:

Fonte: www.swzone.it/howto/42019_Come_leggere_gli_hard_disk_con_file_system_Linux_e_Mac_da_Windows_.html

 

Read More

Conky manager – monitor grafico attività di sistema linux

 

CONKY MANAGER – monitor grafico attività di sistema linux 


conky

Ebbene si, ammetto un mio morboso godimento nel mostrare la mia Linux box ai miei amici utenti del sistema operativo made in Richmond.

I motivi di orgoglio, come ben sapete, sono innumerevoli ma… volete mettere colpire i vostri ospiti con un desktop

che non solo non ha nulla da invidiare a quello di Windows ma, senza troppi sforzi, può diventare molto più gradevole

esteticamente senza però cadere in inutili e velleitari fronzoli windowsiani?

Voglio proprio scrivere di questo, di un tool per il monitoraggio grafico del sistema.

Sicuramente direte che ho scoperto l’ acqua calda e che esistono da molto tempo, obiezione accolta, ma sicuramente

un System Monitor completamente configurabile e gradevole da vedere come Conky non sono così tanti.

Tranquilli che questa non intende essere una guida per l’installazione e nemmeno mi cimento in configurazioni varie, per questo vi suggerisco una breve ricerca in Internet e sarete sommersi di tutorials inerenti all’aspetto tecnico.

Per prima cosa suggerisco una visita a questo link: http://www.teejeetech.in/p/conky-manager.html, i creatori.

Quindi che aspettate? Conky è presente nei repository delle maggiori distro quindi non avete scuse, renderete

invidiabile il vostro desktop e nel contempo imparerete a cimentarvi con Lua, il linguaggio con cui è compilato Conky.

Come vedete con un sistema Linux niente è velleitario ma tutto è a scopo di studio.

Quindi amici installate Conky e farete faville, se poi l’ abbinate alla Cairo Dock…. raggiungerete lo stato dell’ arte.

Non sapete cos’ è la Cairo Dock?  Magari la prossima volta.

Autore: Gianni Passerini 

 

Approfondimenti:  TeeJee Tech: Conky Manager

Programming and Technology Tips

LINK: www.teejeetech.in/p/conky-manager.html

 

 

Read More

Airmore – il tuo telefono sul pc

Come Visualizzare lo Schermo di Android su PC

Airmore e’ una nuova applicazione che consente si visualizzare il nostro telefono android sul browser del nostro pc.

Occorre installarla sullo smartphone da google play : https://play.google.com/store/apps/details?id=com.airmore&hl=it

Praticamente basta essere connessi alla stessa rete esempio Wifi di casa o rete lan o Wifi dell’ufficio e dopo un prima fase di accoppiamento che

avviene mediante la scansione del codice qrcode che appare sul video del pc mediante l’apposita icona sul telefono, da quel momento

appare una schermata nel browser sul pc dalla quale possiamo eseguire tante funzioni senza piu’ toccare il telefono.

airmore

Possiamo vedere graficamente i dati del nostro smartphone come modello, % carica della batteria, la versione del firmware, la occupazione di memoria suddivisa per

tipologia ( musica, immagini, video, app etc.) .

Sulla sinistra abbiamo un pannello di controllo mediante il quale possiamo gestire le immagini ( foto ), documenti, musica, file, video, contatti, messaggi e altro.

Possiamo utilizzarlo quindi per trasferire da pc a smartphone e viceversa gli oggetti sopra elencati, file o semplicemente aprirli per visualizzarli, gestire i contatti,

salvare le app ( non lanciarle in esecuzione ), rispondere ai messaggi, avviare una chiamata etc…

C’e’ una funzione chiamata riflettore che in teoria dovrebbe far vedere sul pc cio’ che avviene sul telefono ma non ho capito come funziona sinceramente….

Roberto Lissandrin

Eccovi l’articolo originale che presenta il servizio:

 

Semplici Metodi per Visualizzare lo Schermo di Android su PC

Questo articolo ti introduce come visualizzare lo schermo Android su PC con due semplici metodi, in modo da potere vedere in uno schermo più grande ciò che appare nel tuo cellulare.

Fonte: airmore.com/it/visualizzare-lo-schermo-di-android-su-pc.html

 

 

 

 

Read More

Google Keep: un’estensione per Chrome

Google Keep e’ un servizio gratuito di google che pochi conoscono…

per farla breve sostituisce quei programmi per creare post it a video come promemoria

In realtà un uso corretto di google calendar gia’ sarebbe utile direi quasi indispensabile per chi ha troppi impegni e cose da ricordare o pianificare ma keep e’

la classica cigliegina sulla torta.

Utilizzabile sia da web che da app per smarphone e da non molto anche con la possibilità di condivisione in lettura e scrittura con altri utenti google.

Da oggi e’ anche un’estensione dedicata al browser Chrome e ha una migliore gestione degli appunti creati: ecco le novità introdotte oggi da Google per il servizio Keep.

 

Google Keep: un’estensione per Chrome

A poco più di tre anni dal debutto, il servizio Google Keep evolve per garantire una migliore integrazione con Chrome e offrendo nuove funzionalità dedicate al salvataggio e alla gestione di appunti o promemoria. L’annuncio arriva oggi direttamente dal blog ufficiale del gruppo di Mountain View.

Quante volte vi è successo di avere un’ottima idea, senza però alcun modo di appuntarla per svilupparla più tardi? O forse avete appeso promemoria ovunque, senza nessun riferimento per recuperarli. Offrire un singolo posto in cui catturare ciò che si ha in mente e dove salvare idee o liste di cose da fare è l’obiettivo di Google Keep. Con l’aggiornamento di oggi offriamo nuovi modi per collezionare e gestire le informazioni che per voi sono più importanti.

Read More

Google rilascia Chrome 50 Desktop: guida alle novità

 

Google rilascia ufficialmente la versione pubblica di Chrome 50 Desktop – software pensato per utenti Windows, Linux e Mac – che introduce non poche novità nel celebre motore di ricerca. L’update mette inevitabilmente mano ai bug e ai security fix a cui era necessario far fronte, ma introduce soprattutto tante nuove funzioni dedicate agli sviluppatori, nonché una maggiore velocità nel caricamento delle pagine.

Chrome 50 si serve ora di Push API per le notifiche, un sistema progettato per fare in modo che l’utente non perda mai nessuna notifica, neanche in caso di cattiva connessione o di messaggi multipli in arrivo. Ma è probabilmente la velocità di caricamento una delle novità accolte col maggior plauso da parte del pubblico: d’ora in avanti gli utenti godranno di un’esperienza d’uso migliore, agevolata dalla capacità di Chrome 50 di capire in anticipo quali risorse dovrà usare per caricare un determinato dato.

Per quanto Chrome 50 Deskstop sia stato reso finalmente disponibile (anche per Android, iOS e Chrome OS), con questo aggiornamento perde tuttavia il supporto verso alcuni sistemi operativi considerati ormai obsoleti: Windows XP, Windows Vista, OS X 10.6 Snow Leopard, OS X 10.8 Mountain Lion e OS X 10.7 Lion non saranno più abilitati al supporto del programma.

Questa settimana Google ha rilasciato la versione 50 del browser Google Chrome, che avendo superato il miliardo di utenti è diventato a tutti gli effetti una piattaforma di riferimento per tutti gli sviluppatori web. Come suo solito, la nuova release di Chrome è disponibile per gli utenti Windows, Mac e Linux e intruduce una nuova serie di funzionalità, miglioramenti e correzioni di bug.

Per ottenere l’ultima versione di Chrome ci si può affidare al “silent-updater“, che automaticamente la scaricherà e installerà senza che vi sia bisogno dell’intervento dell’utente, oppure scaricandola e installandola direttamente dal sito di Chrome.

Chrome 50.0.2661.75 contiene parecchi fix e miglioramenti. Date una occhiata ai post sui blog di Chrome e Chromium per saperne di più delle nuove funzionalità e dei grandi sforzi che abbiamo dedicato alla versione 50. Vorremmo inoltre ringraziare tutti i ricercatori sulla sicurezza che hanno lavorato con noi durante il ciclo di sviluppo per prevenire il verificarsi di bug di sicurezza nelle release stable.

Chrome 50 introduce inoltre il supporto per l’attributo link rel=’preload’, che permette agli sviluppatori web di dichiarare le risorse che, all’interno di una pagina web, si desidera rendere accessibili in maniera preventiva. Un saggio uso di tale attributo dovrebbe ridurre il tempo necessario per visualizzare a schermo i contenuti di una pagina.​

​​Fonte : https://www.techzilla.it/google-chrome-50-130162/

Read More

Need for Speed – Qual è il più veloce browser per Android?

 

Need for Speed – Qual è il più veloce browser per Android?

Quale è il più veloce browser per Android? L’ obiettivo di questi test è quello di fornire dati oggettivi utili per decidere quale browser Android può favorire un uso quotidiano migliore.

Usiamo i nostri dispositivi Android per tutto al giorno d’oggi. Chiamate, sms, controllare la posta, scorrere attraverso i social media e, forse la cosa più importante tra tutte, navigare il web. Crediamo quindi che la scelta del browser sia molto importante.

Per quale motivo alcuni utenti preferiscono uno specifico browser piuttosto che un altro? Diverse considerazioni includono set di funzionalità, estetica, e ovviamente la velocità e prestazioni. Per aiutarvi a trovare quello giusto per soddisfare le vostre esigenze, abbiamo sottoposto 10 dei migliori browser Android ad una serie di test e benchmark per scoprire quale è il top performer.

Abbiamo testato le seguenti versioni specifiche dei browser:

Google Chrome 49.0.2623.105
Dolphin Browser 11.5.5
Mozilla Firefox 45.0.2
Naked Browser versione 1.0 build 112
Opera Browser 36.1.2126.102083
Browser Puffin 4.7.4.2567
UC Browser 10.9.0
InfiKen Labs Flynx Browser 2.0.1
Ghostery Browser 1.3.2
Mercury Browser 3.2.3
Nel momento in cui scriviamo, le versioni dei browser sopra elencati sono le più attuali.

Dispositivo di test utilizzato:

I browser sono stati testati utilizzando un Nexus 6P con Android 6.0.1 Marshmallow. Il Nexus 6P ha subito un reset di fabbrica prima di procedere con i test. Non abbiamo installato altre applicazioni sul telefono a parte i browser e una applicazione per determinare l’utilizzo della memoria.

Prima di ogni prova, il Nexus 6P è stato riavviato. I dati di navigazione, cronologia, cookie e altri dati del browser sono stati cancellati prima dell’esecuzione di ogni prova, ad eccezione del test di caricamento della pagina memorizzata nella cache. Inoltre, per migliorare l’accuratezza dei dati, abbiamo fatto ogni prova o di riferimento tre volte e calcolato la media aritmetica o media semplice dei tre risultati registrati.

Aree testate
La nostra serie di test ha coperto queste aree generali:

JavaScript e le prestazioni complessive del browser
Velocità di caricamento pagina
Consumo di memoria

Read More

I Software che non possono mancare in Linux

Ogni distribuzione Linux che si rispetti, ha già preinstallato di default alcuni software, ma tanti altri si possono installare in un secondo tempo.

Open Source SoftwareSi possono installare o da terminale linux con comando sudo apt-get install o con programmi appositi presenti nelle distribuzioni piu’ diffuse come software manager o synaptic.

Di norma a parte le solite utility raggruppate sotto la voce di menu “Accessori”, dovremo trovare:

LIBREOFFICE – ora alla versione 5.0 che rappresenta una validissima alternativa alla suite Microsoft Office

GIMP – Potente programma di graphic’s editor ( tipo Photoshop) che consente un utilizzo semplice ma anche molto sofisticato e potente richiedendo però per particolari funzioni una conoscenza piu’ approfondita e l’installazione di qualche plugin aggiuntivo.

SIMPLE SCAN – potente e semplice programma per la gestione dello scanner ( documenti o immagini )

VLC – potentissimo player multimediale che nulla ha da invidiare ai migliori software per Windows

BRASERO o K3B software per la masterizzazione di cd e dvd

DEVEDE – programma per creazione e masterizzazione di dvd video o fotografici con tanto di menu iniziale

OPENSHOT – ottimo programma per montaggio audio video ( creazione ed editor filmati )

ASUNDER – programma per rippare ( leggere cd musicali e trasformarli in mp3 )

IMAGINATION – bel programma per creare video slideshow con sottofondo musicale

TRANSMISSION – programma per download file torrent

SIMPLE SCREEN RECORDER – ottimo programma per catturare le attivita’ del nostro schermo o porzioni di esso per creare filmati da utilizzare per esempio nella creazione di videoguide.

ACIDRIP – programma per rippare dvd ( estrae video o porzioni di esso da dvd video )

WINFF – pratico e facile convertitore audio video

ARISTA – come winff ma specifico per i vari dispositivi mobili

AVIDEMUX – convertitore audio video con possibilita’ di scomporre i video originali in altri piu’ piccoli e con la possibilita’ di applicare filtri e effetti.

AUDACITY – come avidemux ma specifico per i file audio

HANDBRAKE – altro convertitore audio video

MP3GAIN – programma per normalizzare i livelli diversi di file audio uniformandoli a valori piu’ regolari

UNETBOOTIN – programma per creare penne usb avviabili con i vari sistemi operativi ( ormai minimo richiesto usb da 4gb )

USB IMAGE WRITER – come il precedente unetbootin

XANE – potente software per acquisizione con scanner

TEAMVIEWER – software per assistenza e controllo remoto di altri pc

SKYPE – video audio conferenze

GTKPOD – equivalente di Itunes

CHROME  FIREFOX – Browser internet molto potenti oggi i migliori in assoluto assieme a SAFARI per Mac

Per molti di questi prossimamente preparerò una recensione specifica, sono quelli piu’ utili da installare dopo una installazione iniziale di Linux ma

ce ne sono tantissimi altri, uno per ogni esigenza, il mondo software open source ( free – gratuiti ) cresce e si perfeziona ogni giorno sempre di piu’.

Roberto Lissandrin

 

Read More

Eldy computer facile per anziani e disabili

Eldy, il computer diventa facile – il computer facile per tutti – internet facile per senior – il computer per seniors – il computer per chi non è nato digitale

Eldy gratuito dedicato a chi non ha molta familiarità con l’informatica ed in particolare a chi ha poca o nulla dimestichezza con il computer.internet anziani.

Fonte: www.eldy.org/

 

Approfondimento:

Eldy è un software free che vuole avvicinare le persone anziane o poco esperte o disabili alla tecnologia informatica. Disponibile per Windows, Linux. Mac, Tablet, ecc… Internet, posta elettronica, videoscrittura, TV, videochiamate, chat e tanto altro sono adesso immediatamente accessibili e con grande semplicità, anche per i non esperti ...

Il programma del tutto gratuito è completamente in italiano e vuole ridurre la solitudine delle persone anziane e non esperte rendendole attive e sociali. Si può installare anche in TV.

 

Eldy

1) – Scaricare Eldy – Per scaricare il programma basta andare nella pagina del download e scegliere la versione desiderata. 2) – Installare EldyPima di installare Eldy, sarà bene installare Java. Dopo, per Windows, basta un doppio click sul file scaricato per iniziale l’installazione. Per Ubuntu ho avuto qualche piccolo problema. In ogni caso, da Ubuntu, bastadecomprimere (doppio click) il file scaricato nella Home, quindi entrare nella cartella eldy23 e lanciare il file eldy.sh. In Ubuntu si può installare anche con Wine (la versione per Windows). Per Mac e per il Tablet non ho provato.   3) – Utilizzare EldyDopol’installazione, al primo lancio, il programma permette di creare, con gran semplicità un account gratuito per una casella di posta ed pronto per l’utilizzazione. 

Eldy, il computer facile fig.1

Ecco la schermata principale La piazza dalla quale si può accedere alle diverse sezioni.


Eldy, il computer facile fig.2

La sezione Posta presenta le tre opzioni riportate in figura e col bottone in basso si torna alla Piazza (schermata principale).
  Eldy, il computer facile fig.3

La sezione Internet permette di scegliere diverse opzioni in modo diretto e col bottone in basso si torna alla Piazza (schermata principale).  

Eldy, il computer facile fig.4

La sezione Chiacchiere permette di entrare in Chat con diverse possibilità e col bottone in basso si torna alla Piazza (schermata principale). 

Eldy, il computer facile fig.5

La sezione Eldy TV permette di visualizzare diversi canali video (con un semplice click) e col bottone in basso si torna alla Piazza (schermata principale).

Eldy, il computer facile fig.6

La sezione Utili offre diverse utilità, tra cui anche un semplicissimo programma di videoscrittura (appunti)  e col bottone in basso si torna alla Piazza (schermata principale).

  Eldy, il computer facile fig.7

Il bottone aiuto (in alto a sinistra) porta alla schermata sopra riportata, mentre il bottone chiudi, in alto a destra farà uscire dal programma. Col bottone in basso si torna allaPiazza (schermata principale).   

Fonte: http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2149&Itemid=33

Read More

IPTV come vedere la tv su Android e Pc con vlc

Un pò di chiarezza su IPTV

Da mesi ormai si sente parlare ovunque di IPTV, la nuova frontiera dello streaming che sta letteralmente spopolando nel web. Ma c’è ancora molta confusione e più di qualcuno ha travisato il significato di questa parola. Senza stare a raccontarvi la storiella della sua nascita vi diciamo in breve che IPTV significa TV via internet. Detto questo non capiamo come mai molti sono convinti che IPTV sia sinonimo di Sky gratuito.

IPTV è un servizio che può essere utilizzato dai dispositivi che utilizzano una connessione internet; ne sono provvisti quindi gli smartphone, i Pc, le Smart TV (al momento solo Samsung ed LG), i decoder, i TV Box Android e via dicendo.

Chiunque abbia uno di questi dispositivi può godere del servizio tramite apposite liste canali(generalmente in formato m3u) oppure tramite veri e propri indirizzi internet (url). Le liste canali sono file che contengono all’interno il nome del canale e l’indirizzo internet, che spesso ha una breve durata per ovvi motivi che non stiamo qui a precisare; eccovi un  esempio:

#EXTINF:-1 tvg-id="" group-title="Music" tvg-logo="",[COLOR orange]WAWA[/COLOR]
rtmp://stream.smcloud.net/live2/wawa/wawa_360p

Molto spesso le liste hanno url “catturate” dai siti che trasmettono i canali in streaming; le emittenti cambiano costantemente url per motivi di plagio e non solo, questi indirizzi vengono costantemente aggiornati, rendendo dunque le liste instabili. Ecco perchè molto spesso alcuni canali di una lista non sono più visibili.

Questo discorso vale principalmente per i canali tv del digitale terrestre.

Per i canali Sky eMediasetPremium e’ molto piu’ complesso trovare liste aggiornate relative ai loro canali, ma voi sapete che il mondo di internet e’ pieno di risorse, basta avere pazienza e sapere come e dove cercare.

Read More

Riparare file corrotti o danneggiati

Riparare file corrotti o danneggiati

Vi è mai capitato di ritrovarvi un documento o file che improvvisamente si rifiuta di aprirsi perché risulta in qualche modo corrotto o danneggiato? A volte capita anche che un errore durante l’apertura e la modifica di un file in formato PDF, DOC, DOCX, XLS, XLSX eccetera causi l’impossibilità di riaprirlo subito dopo. In questi casi però non va persa la speranza perché la possibilità di recuperare il file è concreta se si usano i giusti sistemi e con pochi passi veloci potreste risolvere il problema. Esistono diversi servizi e programmi gratis che permettono di recuperare un file danneggiato, ovviamente l’affidabilità dei servizi è variabile anche in funzione del guaio che ha colpito il nostro documento e molto spesso poi questi software/servizi sono a pagamento, ma per evitarvi ricerche lunghe e noiose abbiamo dunque pensato qui di raccogliere i migliori sistemi per recuperare un file danneggiato gratuitamente.

i migliori tool

 

File Repair

Il primo sistema che vi consigliamo di sfruttare per tentare di recuperare un file danneggiato è quello di usare File Repair, software gratuito e semplicissimo da usare che non farà altro che tentare la strada per il recupero del file corrotto restituendovi una copia perfettamente leggibili.

Il vantaggio di File Repair è la versatilità: non solo PDF ma anche documenti Office (Doc, Docx, Xls, Xlsx…), archivi ZIP, RAR, video, immagini e altro ancora. Selezionato il file da recuperare vi basterà cliccare su Start Repair.

I formati supportati sono davvero tanti:

  • Documenti Word (.doc, .docx, .docm, .rtf)
  • Fogli di calcolo Excel (.xls, .xla, .xlsx)
  • Presentazioni PowerPoint (.ppt, .pps, .pptx)
  • Databases Access (.mdb, .mde, .accdb, .accde)
  • Archivi ZIP o RAR (.zip, .rar)
  • Immagini (.jpg, .jpeg, .gif, .tiff, .bmp, .png)
  • Documenti PDF (.pdf)
  • File musicali (.mp3, .wav)
  • Video (.avi, .mp4, .mov, .flv, .wmv, .asf, .mpg)
  • Eccetera

Potete scaricare il programma dal seguente link:

DOWNLOAD | File Repair

Online Office Recovery

Non volete installare nessun programma ma affidarvi ad un servizio online che faccia per voi tutto il lavoro? Eccovi pronto Online Office Recovery, servizio online gratuito (ma con diverse limitazioni) che permette di recuperare PDF e documenti Office (e non solo) danneggiati o corrotti per poi restituire il file corretto per il download.

onlineoffice

Il funzionamento è davvero semplice: basterà cliccare su “Carica sicuro e riparazione“ e attendere che il processo di riparazione termini, ottenendo in output il file sistemato pronto per il download.

Apowersoft Recupero Dati

Fra i tanti servizi possibili, Apowersoft Recupero Dati è uno dei più potenti della sua categoria perché davvero efficace e molto versatile, potendo agire su di una molteplicità davvero vasta di documenti e file diversi. Parliamo anche in questo caso di un software da installare, compatibile con Windows, e non un servizio online come il precedente.

data-recovery-banner

In questo caso però il software non è gratuito ma esiste la versione di prova gratis che vi permette di riparare file fino a 100 megabyte di dimensione. Comunque niente male, non credete?

DOWNLOAD | Apowersoft Recupera Dati

Fonte: www.laseroffice.it/blog/2016/04/09/riparare-file-corrotti-o-danneggiati/

Read More