Come aggiornare linux mint 17.1 a 17.3

In attesa della nuova versione di Mint 18 che sarà un LTS ( supporto a lungo termine ) se vogliamo aggiornare la nostra da versione 17.1 o 17.2 a 17.3 e’  possibile farlo senza reinstallare tutto.

La prima precauzione e’ sempre quella di farsi un backup dei propri file ( non programmi ) su disco esterno o usb key nel caso in cui non siano di grosso volume, successivamente dobbiamo modificare un file di sistema che e’ : /etc/apt/sources.list.d/official-package-repositories.list


Per fare questo occorre avere i privilegi di root quindi l’esatto comando da digitare da Terminale di linux e’:

sudo pico /etc/apt/sources.list.d/official-package-repositories.list

vi verra’ chiesta la vostra password utente e si aprira’ il file in editor.

Nel caso in cui non avessimo pico come editor installato, possiamo usare gedit al posto di pico oppure installare pico da gestione pacchetti.

Una volta aperto il file in editor dobbiamo andare a sostituire il nome rebecca con rosa, se passiamo dalla 17.1 oppure rafaela se passiamo dalla 17.2

di norma nelle prime due righe del file e quindi il risultato finale dovra’ essere cosi’:

deb http://packages.linuxmint.com rosa main upstream import

deb http://extra.linuxmint.com rosa main

il resto rimane uguale perche’ si tratta sempre di una release derivata da ubuntu trusty

Si puo’ anche usare questo comando che lo fa’ da solo e poi verificare:

sudo sed -i ‘s/rebecca/rosa/g’ /etc/apt/sources.list.d/official-package-repositories.list  da 17.1

sudo sed -i ‘s/rafaela/rosa/g’ /etc/apt/sources.list.d/official-package-repositories.list da 17.2


 

Fatto questo i comandi da lanciare sempre da terminale sono:

sudo apt-get update

sudo apt-get-upgrade

sudo apt-get dist-upgrade

ovviamente uno alla volta ….

Per sicurezza una volta fatto io li rilancerei per verificare se e’ rimasto qualcosa in sospeso

Alla fine una bella pulizia con:

sudo apt-get autoremove

e un bel sano e robusto riavvio del sistema…

Se tutto e’ andato bene vi ritroverete gli stessi utenti le stesse password, stessi programmi e stessi vostri file perche’ la /home che contiene i file utente e la configurazione

di ogni utente non dovrebbe essere toccata anche se sarebbe meglio averla in una partizione diversa dalla / ( root ) del sistema…..

Roberto Lissandrin

 

 

 

 

Roberto Lissandrin

Sono un Tecnico informatico che ormai da tanti anni lavora nel settore, passando da ruoli di operatore di sistemi mainframe ibm ad analista programmatore sempre su mainframe IBM in R.P.G e poi su personal computer utilizzando linguaggi come Basic, db4, clipper. Successivamente ho lavorato su server web utilizzando linguaggio Html e Php per lo sviluppo pagine statiche e dinamiche, ho maturato anche una buona conoscenza del database Mysql. In questi ultimi anni mi sono dedicato ad attivita' sistemistica, operativa e didattica su personal computer windows e linux e allo sviluppo software per applicazioni web in php-mysql oltre che all'utlilizzo, assistenza e manutenzione del portale dell'Universita' di Ferrara, realizzato mediante Cms PLone.

Ciao lsciao un tuo commento, sarò felice di risponderti. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: